mercoledì 1 marzo 2017

Zio manifesto

CLIENTE: "Ciao zio (sic), vendete anche manifesti?"

LIBRAIO: "Qualcuno, cinematografico. Sono lì. Ne cercavi uno in particolare?"

CLIENTE: "Sì, quello di Marx."

LIBRAIO: "…"

CLIENTE: "…"

LIBRAIO: "Ehm, Il manifesto di Marx è un libro. Il manifesto del Partito Comunista."

CLIENTE: "Sei serio, zio?"

LIBRAIO: "Sì."

CLIENTE: "Ah. Per questo non l'ho mai visto appeso da nessuna parte, questo manifesto di Marx?"

LIBRAIO: "Eh, già."

Clicca sulla copertina per più info

(Grazie ad Antonio.)

PS: Da qualche giorno "L'apprendista libraio" è anche su Twitter.

3 commenti:

  1. Io già uno che manco conosco che mi entra in libreria con un "ciao zio" l'avrei spedito via a scarpate in culo, non so se mi spiego. La sua ignoranza totale passa del tutto in secondo piano in confronto alla mancanza di rispetto.

    RispondiElimina
  2. Secondo me cercava solo il poster.
    Io gli avrei consigliato quello della caricatura di Freud. Più adatto.

    RispondiElimina
  3. Hera
    Francamente? Uno che parte già dicendoti "Zio" è già qualcosa che non si può sentire. Gli avrei detto di cambiare atteggiamento perchè non sta parlando a suo "zio" e né con un familiare.

    RispondiElimina