domenica 13 luglio 2014

Azkaban

Cliente: "Ciao, ce l'avete il terzo di Harry Potter?"

Io: "Vediamo... Sì, eccolo: Harry Potter e il prigioniero di Azkaban."

Cliente: "Mmmh, sicuro che sia il terzo?"

Io: "Sì."

Cliente: "Aspetta un attimo." (Telefona al figlio.) "...come non lo sai se è il terzo? E se non lo sai tu chi lo deve sapere, io? Sì, vabbè, ciao."

Io: "Si fidi, il terzo è questo."

Cliente (ignorandomi): "Pronto? Ciao, tu per caso sai come s'intitola il terzo capitolo di Harry Potter? No? Uffa."

Io: "Le dico che il terzo è questo, ne sono sicurissimo. Guardi, c'è anche scritto."

Cliente (voltandomi le spalle): "Pronto? Senti, puoi controllare su internet qual è il terzo capitolo di Harry Potter? ... Come non c'hai internet? Ma... Vabbè, vabbè, ciao."

Io: "..."

Cliente: "Niente, è un mistero. Senti, non ti seccare, mettimelo da parte. M'informo meglio e caso mai ritorno, ok? Arrivederci."

16 commenti:

  1. Odiare le librerie e comunicare subdolamente ai familiari che ci devono andare loro.

    RispondiElimina
  2. Bisogna pur consumare in qualche modo i minuti gratis della tariffa telefonica...

    RispondiElimina
  3. Quelle volte che ci vorrebbe una mazza da baseball

    RispondiElimina
  4. Hera
    rivolgersi (e fidarsi) del libraio no, eh?

    RispondiElimina
  5. Dov'è un dissennatore quando serve?!?

    RispondiElimina
  6. Quello non era il cliente?

    RispondiElimina
  7. "mi informo meglio e caso mai ritorno"
    Come no... tornerà di sicuro

    RispondiElimina
  8. presunzione e maleducazione che splendida accoppiata...

    RispondiElimina
  9. Pff che razza di babbani!

    RispondiElimina