domenica 21 dicembre 2014

So this is Christmas - giorno #2



Cliente: "Scusa, dentro questa Moleskine c'è veramente una cassetta?"

Io: "No, è solo stampata sulla copertina."

Cliente: "Mh, peccato."

Io: "..."

Cliente: "Sai che togo un quaderno che ha dentro una cassetta?"

- - - - -

Cliente: "Mi consigli un libro per una ragazza di sedici anni? Considera che è molto sveglia."

Io: "Ok, vediamo..."

Cliente: "Però non sveglia nel senso che stai pensando tu. Nell'altro."

Io: "..."

- - - - -

Cliente: "Avete un libro della Einaudi uscito da poco? Dovrebbe costare una ventina di euro, e il titolo è tipo Storie di cinema, o sul cinema..."

Io: "Eccolo: Racconti di cinema. Einaudi, uscito questo mese, costa ventidue euro."

Cliente: "Mmmmh, ma sai che forse non è questo?"

- - - - -

Cliente: "...e regalare libri a mio figlio è sempre un problema, perché li rovina tutti."

Io: "Se vuole abbiamo i cartonati, quelli con le pagine spesse e resistenti."

Cliente: "Il problema non sono le pagine. Sai che fa? Li apre, e poi ci fa la cacca sopra."

Io: "..."

Cliente: "Secondo te che cosa vuol dire?"

- - - - -

Cliente: "Cercavo un libro per mio cognato. Ha quarantadue anni, s'interessa di attualità..."

(Gli mostro diversi libri, tra cui:)

Io: "Oppure quello di Andrea Scansi, Non è tempo per noi. Quarantenni: una generazione in panchina."

Cliente: "Ecco, questo forse potrebbe... Ah no, aspetta, qui dice 'Quarantenni: una generazione in panchina', quindi non va bene: mio cognato di anni ne ha quarantadue."


(Continua.)

sabato 20 dicembre 2014

So this is Christmas - giorno #1


(Foto di Davide Piacenza, via Alberto Forni.)

- - - - -

Cliente: "Confezione."

Io: "Come?"

Cliente: "Confezione."

Io: "Mi scusi?"

Cliente: "Mi fa la confezione regalo, per favore?"

Io: "Adesso sì."

- - - - -

Cliente: "È troppo difficile regalare un libro a una ragazzina di tredici anni, perché sembra tutto o troppo infantile o troppo avanzato. Che età del cazzo."

Io: "..."

Cliente: "Ehm, scusa il francesismo."

- - - - -

Cliente: "Avete biglietti natalizi senza niente disegnato sopra?"

Io: "No, abbiamo i classici con l'albero, Babbo Natale eccetera."

Cliente: "A me serviva un biglietto semplice, senza disegni, senza busta, con giusto lo spazio per scrivere."

Io: "Non so, se vuole le posso dare un foglio A4..."

Cliente: "Perfetto."

- - - -

Cliente: "Volevo sapere quanto costa questo libro. Glielo lascio qui, più tardi passo e me lo dice."

Io: "Se vuole glielo posso dire anche subito."

Cliente: "Davvero? Pensavo ci volesse del tempo per controllare."

- - - - -

Cliente: "Mia figlia va in una scuola cattolica e le suore odiano Harry Potter, che ce l'ha un bel fantasy senza magia?"

(Grazie a Salvatore D. per quest'ultima.)


(Continua.)

giovedì 18 dicembre 2014

CONTRIBUTO - Le biografie

Cliente: "Buongiorno, dove posso trovare le biografie?"

Libraia: "Dipende, di chi la sta cercando?"

Cliente: "Beh, di personaggi..."

Libraia: "..."


(Grazie a P. & J. da Milano.)

lunedì 15 dicembre 2014

Hobbit

(Un cliente si allontana dalla moglie per venire al bancone; in mano ha una copia dello Hobbit.)

Cliente: "Mi scusi, volevo chiederle: questo c'entra qualcosa col Signore degli anelli o è tutta un'altra storia?"

Io: "Quello? Sì, c'entra. È una specie di spin-off, ah ah."

Cliente: "Uno...?"

Io: "No, niente, scherzavo. In realtà credo sarebbe meglio definirlo un prequel."

Cliente: "..."

Io: "..."

Cliente: "Ho... Ho capito, grazie."

Io: "Si figuri."

(Ritorna dalla moglie, e anche se sono un po' distanti sento lo stesso quello che si dicono.)

Moglie del cliente: "Allora?"

Cliente: "Non lo so...Senti, vacci tu, io a quello non lo capisco quando parla."